: 17,49 km2
: 2.811
: Anguilla alla vallesana
: Sagra della Rassa
: Mulini di Stalis

Informazioni - Gruaro

Sorge nella parte nordorientale della provincia, al confine con il Friuli, in un’area complessivamente pianeggiante attraversata da numerosi corsi d’acqua. Stiamo parlando di Gruaro, il comune più piccolo del portogruarese dopo Teglio Veneto. Gruaro, che trae origine dal celtico Gruarius, che significa guardiano dei boschi, attraverso quasi venti secoli continua a conservare numerose testimonianze storiche, artistiche e beni culturali che fotografano un passato interessante. Da visitare vi è certamente la chiesa di San Giusto, che risale al XV secolo, anche se ci sono prove dell’esistenza della chiesa già nel 1183. Uno dei due affreschi che appaiono sulla facciata esterna raffigura il patrono San Giusto con a lato la chiesa stessa, il suo campanile e sullo sfondo la torre merlata del castello di Gruaro. All’interno della chiesa sono conservati pregevoli affreschi del XV e XVII secolo. Il territorio di Gruaro, che si estende in una superficie di circa 17 chilometri quadrati, è ricco di verde, di acque, di stradine e percorsi, e comprende ampie zone di pregevole valore ambientale. In questi siti la natura e il paesaggio hanno conservato nei loro tratti originari quelle particolari caratteristiche che da sempre li rendono piacevoli e vivibili. Come la zona di Stalis, interessata dal parco letterario neviano, lungo il cui percorso troviamo l’Abbazia benedettina di Sesto, l’antica Chiesetta di San Pietro, i mulini e la fontana di Venchieredo. L’esistenza di bellezze ambientali, storiche e artistiche, della promozione durante l’anno di numerose iniziative a carattere culturale e ricreativo, costituiscono per il visitatore motivo di attrazione e interesse turistico.